12 ottobre 1492 scoperta dell’America

12 ottobre

12 ottobre 1492 addì

12 ottobre 1492 anno Domini: Cristoforo Colombo, alla guida di tre Caravelle, le mitiche Nina, Pinta e Santa Maria scopre l’America, o meglio raggiunge il Nuovo Continente.
Terra, terra, terra!!! Urlava, nello sceneggiato televisivo targato anni ’80 dedicato al grande navigatore genovese (anche se sulla sua origine si sprecano le teorie e i campanilismi…), un marinaio alla vista delle coste di quelle che l’equipaggio e Colombo stesso credevano essere le Indie.
In realtà erano sbarcati su quella che ribattezzarono San Salvador, presumibilmente un’isola dell’arcipelago delle Bahamas.
Si trattava invece di un continente che già in passato, seppure più a nord, avevano toccato, colonizzato ed esplorato i vichinghi, capaci di navigare anche senza l’aiuto del sole e in grado di approdare a quella che venne chiamata Terra Verde, Greenland, Groenlandia, all’epoca be più ospitale e temperata che ai nostri giorni.

Vichinghi e tecnologia segreta (parte I)

Pietra Solare e vichinghi tecnologia segreta (II)

Detto che nonostante la grande scoperta (o ri scoperta che dir si voglia) con tutti i suoi annessi e connessi (positivi e anche negativi) diede un grande impulso alla storia, tanto che proprio il 12 ottobre 1492 finisce il Medio Evo e inizia l’Era Moderna (che finirà il 4 ottobre 1957, con il lancio del satellite Sputnik 1 da parte dell’URSS che darà il via all’Era Spaziale), il povero Colombo non vide assegnare al proprio nome al quarto continente. America, infatti, ricorda le gesta di un altro grande navigatore italico, Amerigo Vespucci, anche se forse il nostro si consolerà post mortem visto a lui sono “dedicati” lo Stato latino americano della Colombia, il Columbia District che ospita la capitale federale degli Stati Uniti, nonché Columbia, città degli Usa, capitale e maggiore città dello Stato della Carolina del Sud.
Detto che il viaggio intrapreso da Cristoforo Colombo e approdato nel Nuovo Modo il 12 ottobre 1492 smentisce la leggenda metropolitana secondo la quale nel Medio Evo si credesse alla Terra Piatta,diversamente le tre caravelle sarebbero state condannate a un lungo e fatale volo nel vuoto, più o meno al largo delle Colonne d’Ercole…

Terra Piatta tutta la verità?

La Terra piatta e Aristotele (parte I)

Una Terra Piatta da Tolomeo al Medioevo (II)

Il Medioevo e la Terra Piatta (parte III)

Terra Sferica Terra Piatta dallo spazio (Parte IV)

Tra i tanti riferimenti che il grande genovese ha lasciato, vogliamo citarne due davvero random:

La previsione dell’eclisse di Luna con relativa Luna Rossa

Luna Rossa chi, come, perché

 

del 29 febbraio

Malattie Rare: 29 febbraio giornata mondiale

del 1504, che permise di ottenere il rispetto degli indigeni e, di conseguenza approvvigionarsi di cibo per sé e per l’equipaggio…

Poi, per i meno giovani, l’effigie di Colombo è sinonimo della banconota da 5000 lire, riportata nell’immagine in testa alla presente pagina.

Senza dimenticare che, secondo il libro dei Mormoni, anche Gesù visitò le Americhe dopo la risurrezione…

Le grandi esplorazioni geografiche tra ‘400 e ‘500

Photo by Wikipedia 

Precedente Due milioni di baci 15 ottobre 2019 Successivo Cinema in 4D in attesa del 5D?