Kant, la scienza e la cosmologia

KantKant, la scienza e la cosmologia

Kant dixit: “Due cose riempiono l’animo mio di sempre nuova e crescente ammirazione e reverenza, quanto più spesso e più durevolmente la riflessione vi si esercita: il cielo stellato sopra di me e la legge morale in me”.

Frase celebre che testimonia il suo grande amore e interesse non solo per la filosofia (ovviamente) ma anche per l’astronomia e le meraviglie che popolano il cielo…

Orientamento in cielo come fare?

Nonostante queste parole tratte dalla “Critica della Ragion Pratica”, l’opera di Immanuel Kant, il
maestro di Koenigsberg (allora Prussia Orientale), nel campo della scienza passa in secondo piano
rispetto alla filosofia. Kant fu fedele assertore della teoria secondo la quale anche altri mondi, oltre al nostro, fossero abitati, e immaginò l’esistenza di nebulosa primordiale dalla quale sarebbe emersa la Terra insieme a tutto il nostro Sistema Solare.
Quindi Kant si interessò anche di Cosmologia ed evoluzione dell’Universo.

Genesi Universo tutta la storia

Nella zona centrale della nebulosa vi era però una densità maggiore e quindi maggiore sarebbe stata
anche l’attrazione. Qui si sarebbe formato il Sole e le particelle che si mettevano in moto, sotto
l’azione della forza di gravità del Sole, cominciarono ad avere lo stesso movimento intorno al Sole
stesso. Da qui nascita e la genesi di pianeti e Luna…

Eclisse di Luna si apre il sipario

News e spunti ulteriori su…

Calendario della Luna Verde

Translation in English

Kant said: Two things fill my soul with ever new and growing admiration and reverence, the more often and more durably the reflection is exercised: the starry sky above me and the moral law in me.
Despite these words taken from the Critique of Practical Reason (Kritik der praktischen Vernunft), the work of Immanuel Kant, the master of Koenigsberg (then East Prussia), in the field of science takes second place with respect to philosophy.
Kant was a faithful supporter of the theory that other worlds, besides ours, were inhabited, and imagined the existence of a primordial nebula from which it would emerge the Earth together with all our Solar System.
However, in the central area of ​​the nebula there was a greater density and therefore greater would have been also the attraction. Here the Sun and the particles that were set in motion would be formed, below the action of the Sun’s force of gravity, they began to have the same movement around the same Sun.

Latina translatio

Kantius (Kant Immanuel) dixit: Duo sunt imple semper novum atque augendae potentiae animus cum Admirans tremendum, et meditationem saepius diuturnioresque sunt, non autem exercitium, et coelum sidereum super me et moralis lex in me.
Quamvis haec verba ex Practice Critica ratio: opus est Immanuel Kant, magister Konigsberg (Orientis tum Poloniae), transit in agro scientiae Incidentale secundum philosophiam. Kant fidelis fautor mundos quam theoria nostra habitaretur primordialis esse arbitrarentur Nebula inde emergerent
Terram cum omni nostro solari.
Nebula erat in media area vero maior esset propter maiorem densitatem Item rapiuntur. Hic est sol, et ex particulis constat inter se formatae esse sibi causa essendi, in vim gravitatis actione Solis motu circa Solem eadem coeperunt ipsum.

Critica Della Ragion Pratica (Kant)

 

Precedente Giornata Mondiale Habitat Successivo Smile and symbols for the Net and computer