Leonardo astronomo precursore di Newton?

LeonardoLeonardo da Vinci astronomo?

Leonardo da Vinci è stato uno scienziato (o meglio un creativo) a tutto tondo. Considerato da taluni il padre della scienza moderna, oltreché pittore sopraffino, poteva il genio di Vinci non essersi occupato anche di astronomia?.
Ovviamente no e quindi partiamo alla scoperta del suo pensiero in campo astronomico.
Ecco qualche interessante spunto vinciano.

  • Leonardo  teorizzò la centralità del Sole, si interrogò sull’origine del suo calore, sulla fonte della luce delle stelle, sulla posizione di Terra e Luna fra loro e rispetto al Sole medesimo.
  • Proto Gravitazione universale (ante Isaac Newton). Il nostro paragonava i pianeti a delle calamite in grado di attrarsi a vicenda.
  • Forza di gravità. L’argomento fu trattato dal genio di Vinci, per spiegare l’impossibilità del moto perpetuo; egli immaginò di scavare un buco capace di attraversare la Terra da parte a parte passando per il centro. In questo modo se si fosse gettato un sasso in questo buco, lo stesso avrebbe superato il centro della Terra, proseguendo il suo cammino fino a raggiungere la parte opposta, per poi fare marcia indietro e, bypassato il centro della Terra, sarebbe uscito dal foro di entrata. Tale moto pendolare sarebbe proseguito fino a ridurre gradatamente la sua estensione per fermarsi infine al centro della Terra.

Altro che Terra Piatta…

La Terra piatta e Aristotele (parte I)

Una Terra Piatta da Tolomeo al Medioevo (II)

Il Medioevo e la Terra Piatta (parte III)

Terra Sferica Terra Piatta dallo spazio (Parte IV)

English Version

Leonardo da Vinci was a great scientist (or rather a creative one). Considered by some to be the father of modern science, as well as a superfine painter, could the genius from Vinci not have also dealt with astronomy?
Obviously not and therefore we start to discover his thought in the astronomical field.
Here are some interesting ideas.

  • Leonardo theorized the centrality of the Sun, wondered about the source of its heat, the source of the light of the stars, the position of Earth and Moon between them and with respect to the Sun itself.
  • Proto universal gravitation. He compared the planets to magnets capable of attracting each other.
  • Force of gravity. The subject was treated by the genius from Vinci, to explain the impossibility of perpetual motion; he imagined digging a hole capable of crossing the Earth from side to side passing through the center. In this way, if a stone had been thrown into this hole, it would have passed the center of the Earth, continuing its path until it reached the opposite side, then going backwards and, bypassing the center of the Earth, it would have left the hole of entry. This commuter motion would continue until it gradually reduced its extension to finally stop at the center of the Earth.

Latina – orum versio

Leonardus Vincius erat magnus physicus. Pro Multis fuit pater modernae scientiae, tum sicut pictorem deliciis, in Vinci ingeniis non potest esse occupatus Astronomia?

  • Leonardus cogitabit solem in medio puncto, in discrimen vocatur fons ejus calor et lux stellarum fons, ex situ de terra, et lunam, et inter se comparari ad unam eandemque eiusdem.
  • Gravitas primus universalis. Poterit magnes attrahat planetas nostris comparata sunt.
  • Gravitas. In re tanta ab omnium ingeniis Vinci explicare posse perpetuum mobile; per terram arbitrabatur perfodi hinc transire per medium maris. Ita si lapidem iecerit in foveam ille transisset centrum terrae continuato itinere usque ad alteram, nunc et omnio centrum terrae futurum de cisterna ingressum. Ut hoc pendulum motus continue ad paulatim reducere et tandem extensio de terra quiescat in medio.

Fonte http://www.artfiller.it/artisti/leonardo/leonardo-astronomo/

Altri spunti su…

Calendario della Luna Verde

Photo by Luigi Viazzo with Samsung Galaxy SIV via Instagram

Da Leonardo allo spazio: la curiosità umana al Cicap Fest 2019

Precedente Sindone stato degli atti (parte III) Successivo Apollo 2 e Apollo 3 desaparecidos?