Procione e Sirio insieme in cielo (parte II)

Procione e Sirio

Procione e Sirio doppi in cielo

Procione e Sirio la storia continua: a causa della cosiddetta precessione degli Equinozi (ossia lo spostamento dell’asse di rotazione terrestre, causato dalla attrazione della Luna sul nostro pianeta e che fa apparentemente spostare in cielo il Polo Nord Celeste e il Polo Sud Celeste), la levata eliaca di Sirio cade oggi nel mese di agosto; alle nostre latitudini si verifica il 15 agosto alle 5:50 (ora estiva).
Procione e Sirio questioni di misura: ora torniamo, infatti, a parlare della distanza fra questi due astri da noi; poiché questi sono così vicini, si può notare, nel corso dei secoli, un marcato (sempre usando parametri astronomici) spostamento delle due stelle nel firmamento.
Procione e Sirio gli spostamenti: Sirio mostra uno spostamento (in direzione sudovest) di 1,324” all’anno, mentre Procione si sposta nella volta celeste di 1.25” all’anno. Questo fenomeno fu scoperto nel XVIII secolo (quello di Sirio addirittura da Halley, il papà della celebre Cometa di Halley), confrontando la posizione delle stelle in quel periodo, rispetto a quella segnata sugli antichi cataloghi.
Gli astronomi, però, notarono che a questo spostamento si accompagnava un’oscillazione periodica; non ci volle molto tempo per dedurre che la causa di questa fosse la presenza di una compagna della stella principale; se fu facile intuire questa presenza, non altrettanto agevole fu osservarla.
Per quanto riguarda Sirio, dopo gli infruttuosi tentativi dell’astronomo Peters, la compagna fu finalmente avvistata nel 1862 dall’astronomo Clark con un telescopio rifrattore di 46 cm!
Questa stella minuscola (mag. 8,5), che orbita attorno a Sirio, con un periodo di 50 anni, è un esemplare di nana bianca, ossia una stella giunta all’ultimo stadio della propria esistenza ed avente una densità altissima; la sua massa (2.4 volte quella del nostro Sole) è, infatti, racchiusa in una sfera avente raggio 45 volte più piccolo di quello solare.
Molto simile (neanche a dirlo) la storia della compagna di Procione; dopo gli inutili tentativi di Auwer (il primo ad ipotizzarne la doppia natura), Shaeberle vide la sorellina dell’annunziatore, usando un telescopio rifrattore di 91cm. dell’osservatorio di Lick, nel 1896.
Anche Procione B è una nana bianca (mag. 10,7), e la sua massa (0,65 di quella solare) è racchiusa in una stella con raggio pari a 0,02 quello del nostro Sole (all’incirca il doppio di quello terrestre).
Procione B orbita attorno alla stella principale con un periodo di 40,65 anni.
(fine)

Moon, Luna, cloni e sorprese

Polo Nord Celeste: il Settentrione

Polo Sud Celeste come trovarlo?

Cometa di Halley: la stella di Natale?

Telescopio il primo acquisto

Il Sole di Mezzanotte magia e geografia (II)

Photo by Wikipedia

Sirio english Wiki version

Sirius designated α Canis Majoris (Latinized to Alpha Canis Majoris, abbreviated Alpha CMa, α CMa)) is the brightest star in the night sky. Its name is derived from the Greek word Seirios glowing or scorching…

Procyon english Wiki version

Procyon is the brightest star in the constellation of Canis Minor and usually the eighth-brightest star in the night sky, with a visual apparent magnitude of 0.34. It has the Bayer designation α Canis Minoris, which is Latinised to Alpha Canis Minoris, and abbreviated α CMi or Alpha CMi, respectively…

Procyon Latina Wiki Version

Altri spunti e curiosità @

Calendario della Luna Verde

Procione, la stella vicina e velocissima

 

Precedente Sirio e Procione gemelli freddi (parte I) Successivo Leopardo delle Nevi giornata mondiale