Sirio e Procione gemelli freddi (parte I)

Sirio
Sirio e Procione due storie parallele (parte I)

Sirio e Procione scandiscono il tempo nelle notti che vanno dall’autunno a inizio primavera; sinonimo di freddo e di inverno per astrofili, hacker e non, sono due astri che presentano vari punti in comune.
Sirio e Procione, innanzitutto, entrambe sono le stelle alfa, ossia la stella più luminosa, della rispettiva costellazione: Sirio del Cane Maggiore e Procione del Cane Minore, i due cani della muta del cacciatore Orione, la cui costellazione si trova nei pressi; entrambe le stelle, poi, hanno colore bianco (Procione è leggermente più spostata verso il giallo) e sono molto brillanti: Sirio è addirittura la stella più luminosa del firmamento (magnitudine -1,46), mentre Procione si inserisce all’ottavo posto di questa particolare classifica, con magnitudine 0,38.
Sirio e Procione devono questo loro particolare splendore anche alla loro breve (in scala astronomica) distanza da noi: la prima dista, infatti, 8,7 anni luce (la quinta stella più vicina a noi), mentre Procione 11,3 anni luce. Su questo argomento, però, tornerò più avanti, poiché si ricollega alla storia più recente.
Riguardano, invece, il passato remoto dell’umanità altri punti comuni fra la due stelle. Procione (Procyon in greco) significa annunziatore, poiché la sua levata preannunziava quella di Sirio, il cui nome deriva dal greco Seirios (la splendente); secondo taluni, però, il nome deriverebbe dal verbo sanscrito Var (brillare).
Tornando alla levata di Sirio, questa aveva una grande importanza nell’antico Egitto; infatti il suo sorgere eliaco (ossia il suo comparire all’orizzonte pochi istanti prima del Sole, pria di scomparire fra i suoi raggi luminosi), che avveniva nei giorni vicini al solstizio d’estate, coincideva con l’inizio delle grandi inondazioni del fiume Nilo, le cui acque ricche di limo rendevano fertili i campi.
Tale era il loro culto per questa stella, che alcuni templi erano orientati in modo da consentire alla luce di Sirio di illuminare il loro altare, al suo sorgere ed al suo tramonto. Per i Romani, la levata delle due stelle coincideva con l’inizio dei grandi caldi dell’estate (di qui il termine canicola).
(Continua)

Foto by Wikipedia

Sirio english Wiki version

Sirius designated α Canis Majoris (Latinized to Alpha Canis Majoris, abbreviated Alpha CMa, α CMa)) is the brightest star in the night sky. Its name is derived from the Greek word Seirios glowing or scorching…

Procyon english Wiki version

Procyon is the brightest star in the constellation of Canis Minor and usually the eighth-brightest star in the night sky, with a visual apparent magnitude of 0.34. It has the Bayer designation α Canis Minoris, which is Latinised to Alpha Canis Minoris, and abbreviated α CMi or Alpha CMi, respectively…

Procyon Latina Wiki Version

Autunno equinozio il 22 settembre

Equinozio di primavera 20 o 21 marzo?

Solstizio di inverno 22 dicembre

Hacker story hack et esperimenti

Il nome delle stelle origine e significati

Orione protagonista del cielo (parte I)

Egitto e astronomia nella Valle del Nilo

Solstizio Estate 20 o 21 giugno?

Altri spunti e curiosità @

Calendario della Luna Verde

LA STELLA_SIRIO

Precedente Bora la Strega al vento (parte II) Successivo Procione e Sirio insieme in cielo (parte II)