Veicolo solare nell’antica Grecia (II)

Veicolo solare Veicolo solare il primo della storia? 

Veicolo solare nell’antica Grecia? La storia continua. Dapprima il carro di Fetonte puntò verso il Polo celeste, poi ridiscesero dirigendosi ancora verso la Terra, infiammando le cime delle montagne.

Polo Nord Celeste: il Settentrione

Polo Sud Celeste come trovarlo?

Da lì il fuoco scese nelle scarpate della valli sottostanti, carbonizzando il terreno e prosciugando tutti i fiumi. Giove, il padre degli Dei, non poté esimersi dall’intervenne per salvare il mondo dalla distruzione. Con una delle sue saette colpì Fetonte

Fetonte e il primo veicolo solare (I)

 

che, in preda alle fiamme, precipitò nel fiume (il Po), le cui acque spensero le fiamme, mentre i cavalli impazziti del carro andavano verso il mare verso il tramonto, in attesa di ripartire il giorno successivo sotto la guida di mani più esperte. Le Naiadi (le ninfe delle acque dolci) accorsero disperate sulle rive del fiume per conoscere la sorte del povero giovinetto. Quando videro il suo corpo carbonizzato, scoppiarono in un pianto a dirotto e poi furono trasformate nei pioppi che crescono sulle sponde del fiume Po.
(Fine? Continua?)

The first solar vehicle in history? (part II)

First the chariot pointed towards the celestial pole, then it descended again heading towards the Earth, inflaming the tops of the mountains. From there the fire descended into the cliffs of the valleys below, charring the ground and drying up all the rivers. Jupiter, the father of the gods, could not exempt himself from intervening to save the world from destruction. With one of his arrows he hit Fetonte who, in flames, fell into the river (the Po), whose waters extinguished the flames, while the crazy horses of the cart went towards the sea towards sunset, waiting to leave the next day under the guidance of more experienced hands. The Naiads (the nymphs of the fresh waters) rushed desperately to the banks of the river to learn the fate of the poor youth. When they saw his charred body, they burst into tears and then were transformed into poplars that grow on the banks of the Po river.
(The end? To be continued?)

Primum solis vehiculo historiae? (Pars II)

Primo ostendit caelesti lacus lucos in terra abiit iterum petenti incitatur montium. Tulit inde per ignem secundum cohortes per loca humilia: et per omnes rivos charring terram. Iuppiter est genitor posset evadere. dall’intervenne est salvificem mundum ab exitio. Et percussit unus ex fulmine Phaethon, et in flammis, irruerunt in flumen (Padus), cuius forma recessit flammis aquae, cum in hunc aeger parens plaustra et equum de mari usque ad solis occasum, ut relinquam expectans postero die, duce peritior suarum. Naida (dulcis Nymphis) animadvertit asperis ripis flumen nosse miseri exitium. Videntes incendii eius corpore fusa lacrimantes et salices tunc crescit Padum transformari.
(Finis? Continuat?)

News e spunti ulteriori su…

Calendario della Luna Verde

Photo by Wikipedia

Il figlio del sole – mitologia

Precedente Fetonte e il primo veicolo solare (I) Successivo 17 Novembre vittime del traffico stradale