Boscovich un dalmata sulla Luna

Boscovich dalla Dalmazia alla Luna

Boscovich, meglio Ruggiero Giuseppe Boscovich, nacque a Ragusa, in Dalmazia, nel 1711, città allora capoluogo dell’omonima Repubblica marinara.

Boscovich ebbe i suoi natali in quella che veniva considerata la quinta Repubblica Marinara, in compagnia di Amalfi, Pisa, Genova e Venezia, patria del Carnevale (forse) più famoso del globo.

Boscovich, dalla città oggi conosciuta come Dubrovnic, dal nome di un quartiere della Ragusa Adriatica, da non confondere quindi con l’omonimo centro siciliano, fu  inviato quattordicenne a proseguire gli studi a Roma, la città delle Idi di Marzo, presso il Collegio Romano dei Gesuiti, dove prese il via la sua brillante carriera; a meno di trent’anni era già diventato uno dei più illustri insegnanti di matematica e geometria, spaziando dalla fisica (vedi una sintesi fra Newton e Leibniz per l’unificazione di tutte le forze fisiche, allora note, comprese quelle nuove relative ai fenomeni elettrici e magnetici) e chimica all’ingegneria edile, dalla meteorologia all’idraulica per arrivare all’ottica, senza dimenticare che assunse importanti incarichi diplomatici.
Boscovich e la scienza del telescopio: detto che in campo astronomico degne di nota le sue ricerche nel campo matematico-geometrico (sue le formule di trigonometria differenziale) e meccanico-astronomiche, il grande dalmata è considerato il fondatore della moderna rifrattometria e della sferometria ottica; per la sua produzione scientifica, può essere considerato il maggiore rappresentante dell’enciclopedismo italiano e tra i principali di quello europeo, allora guidati dagli scienziati targati Francia, terra di Napoleone, e in Gran Bretagna, dove un secolo dopo sarebbe nato il Rugby.
Morì nel 1787 a Milano, nella città di Sant’Ambrogio.

All’illustre scienziato dalmata sono dedicate sulla Luna due conformazioni geologiche:

English Wiki version

Latina Wiki Versio

Altri spunti e curiosità @

Calendario della Luna Verde

Photo by Wikipedia

Fonti

http://www.edizionenazionaleboscovich.it/

https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Giuseppe_Boscovich

Venezia e il Carnevale (parte I)

Il Carnevale di Venezia (parte II)

Telescopio il primo acquisto

Idi di Marzo Primavera e Giulio Cesare

San Ambrogio a Milano ma non solo

Napoleone e le carte: un Solitario fantasma?

Rugby tutta la storia vera

La Luna è una severa maestra (I)

Ruggiero Boscovich and his time

Precedente Padre Pio 23 settembre e le stimmate Successivo Cani Giornata mondiale 26 settembre